stampa  stampa       rss       invia ad un amico invia ad un amico       rss rss

Tue Aug 02 10:59:00 CEST 2011

Sviluppo urbano e locale, avviso pubblico per i Comuni - prima fase

Con la deliberazione n. 348 del 29 luglio 2011 la Giunta regionale ha approvato l’avviso pubblico “Invito a presentare candidature per la prequalificazione dei progetti a valere sull’Attività V.1 - Rigenerazione delle funzioni economiche, sociali e ambientali delle aree urbane”.
 
L’avviso s’inquadra nel nuovo Asse V “Sviluppo Urbano e Locale”, introdotto dalla Regione con la proposta di riprogrammazione del POR FESR, finanzia progetti presentati da Comuni con una popolazione uguale o superiore a 25.000 abitanti e finalizzati ad aumentare il livello di competitività, attrattività e sostenibilità delle città. In particolare, le proposte progettuali devono essere redatte in forma di Piano Locale e Urbano di Sviluppo (P.L.U.S.).
 
Il P.L.U.S. è un documento che racchiude la strategia di recupero dell’area, può avere un arco temporale di medio–lungo periodo e consiste in un insieme di operazioni integrate finalizzate alla rivitalizzazione economica, sociale e ambientale dei centri urbani attraverso azioni volte a rimuovere i fattori di degrado e a favorire lo sviluppo urbano sostenibile.
 
Ciascun P.L.U.S. deve fare riferimento a un’area circoscritta e a una porzione di territorio omogenea in cui saranno localizzati gli interventi, suddivisi in quattro ambiti tematici:
  • recupero di spazi ed edifici pubblici;
  • inclusione sociale, coesione interna, sviluppo di servizi sociali, turistici e culturali;
  • miglioramento dello stato dell’ambiente, della mobilità e dei trasporti urbani;
  • promozione dell’imprenditorialità e rivitalizzazione del tessuto economico e produttivo.
Ogni Piano può presentare interventi e progetti per un importo compreso tra 5 e 16 milioni di euro, ma non è possibile concentrare le risorse in un unico ambito tematico in misura superiore al 75% dell’importo totale. Il contributo regionale per la realizzazione del P.L.U.S. può arrivare fino al 100%; tuttavia, ai fini dell’attribuzione del punteggio a ciascuna candidatura, un contributo finanziario da parte del Comune o da parte di altri soggetti (pubblici o privati) per uno o più interventi inseriti o complementari al P.L.U.S. rappresenterà un valore aggiunto.
 
La selezione dei progetti si articola in due fasi. Nella prima il Comune presenta il dossier di candidatura contenente tutte le informazioni riguardanti il contesto nel quale si interviene, l’articolazione della strategia di recupero e sviluppo dell’area nonché gli interventi per i quali si richiede il finanziamento. Nella seconda fase verranno individuati i P.L.U.S. destinatari del contributo pubblico, con l’indicazione dei singoli interventi ammessi a finanziamento e con l’indicazione del contributo complessivo concesso.
 
La scadenza per presentare le candidature è il 10 ottobre 2011. Le domande dei Comuni, predisposte in formato PDF, devono essere inviate esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) urbanporfesr@regione.lazio.legalmail.it.
 
Inoltre, su questo sito saranno pubblicate le domande frequenti (FAQ) formulate dai referenti delle amministrazioni comunali, con le risposte dell’Autorità di Gestione. E durante l’attuazione dei progetti il sito ospiterà uno spazio riservato alle esigenze della comunità dei professionisti, ossia i referenti dei P.L.U.S. a livello comunale: tale spazio servirà per confrontarsi sui problemi comuni che potranno sorgere nel corso della gestione degli interventi o in fase di rendicontazione.
 
ATTENZIONE: con la deliberazione n. 359 dell'8 agosto 2011 la Giunta regionale ha modificato l'art. 2 dell’avviso pubblico, con particolare riferimento alla situazione di bilancio del Comune sia al momento della presentazione della candidatura sia al momento dell’eventuale concessione del contributo pubblico. La deliberazione n. 359/2011 e l'avviso modificato sono pubblicati di seguito.
 
cerca nel sito
sportello on line

La possibilità di scaricare modulistica, bandi e avvisi, delibere, pubblicazioni.

numero verde - 800 989 796

Lazio Innova
Comitato di sorveglianza
Partenariato socio-economico
Autorità di gestione
Valutazione
 
informapor - 800 989 796 POR è in collaborazione con
POR è in collaborazione con Lazio Innova